Anatomia delle cornea

La cornea costituisce la parte anteriore dell’occhio, di cui rappresenta la prima e più importante lente. È di forma convesso-concava ed ha un elevato potere diottrico.

cornea
Da un punto di vista anatomico, è formata da 5 strati di cui quello di maggiore spessore, ed il più importante per la sua stabilità, è lo stroma. Questo tessuto è costituito da cellule e da lamelle immerse in una sostanza fondamentale amorfa. Le lamelle sono formate da fibrille di collagene che costituiscono lo“scheletro” del tessuto e gli conferiscono resistenza meccanica verso le spinte che derivano dalla pressione interna dell’occhio.

Il collagene è una proteina secreta dalle cellule del tessuto connettivo che forma il tessuto di sostegno dell’organismo e lo troviamo nelle ossa insieme al calcio, lo troviamo nei tendini, nelle articolazioni, nei muscoli, nella cute, ecc.

tendini
Il collagene della cornea è però speciale perché oltre a svolgere una funzione strutturale deve essere trasparente alla luce! Per capire come ciò sia difficile da ottenere è sufficiente pensare alla continuazione della cornea, la sclera, che è opaca, di un colore bianco.

Entrambe le strutture sono fatte da fibre collagene ma una è trasparente e l’altra no. La spiegazione sta nel fatto che le fibre collagene nella cornea sono disposte a strati in maniera ordinata in modo da non interferire con il passaggio delle radiazioni luminose.

Malgrado la trasparenza sia estremamente affascinante, un altro aspetto aveva in passato colpito gli studiosi. Si tratta della resistenza meccanica e per questo avevano chiamato questo meraviglioso tessuto “cornea”, cioè simile alla resistenza del corno. La cornea, infatti, è una membrana molto resistente perché deve mantenere costante nel tempo la sua forma di lente. Le lenti, appunto, riescono a svolgere bene la loro funzione solo se sono dotate di trasparenza e di una forma regolare e simmetrica. La potenza delle lenti si misura in diottrie. In media la potenza complessiva dell’occhio è di circa 60 diottriee la cornea contribuisce per oltre il 70% del totale.

Per completare la descrizione della cornea dobbiamo ricordare che il collagene costituisce lo strato portante detto stroma e che questo è ricoperto esternamente ed internamente da due membrane di rivestimento chiamate rispettivamente membrana di Bowmann e membrana di Descemet. Come si può vedere nella figura 1, in superficie la cornea è ricoperta dall’epitelio che è costituito da strati multipli di cellule in continuo ricambio.

epitelio

Si tratta di cellule che continuamente si moltiplicano in modo da costituire una vera e propria barriera dinamica capace di riparare in poco tempo un insulto proveniente dall’esterno. Lo strato più interno è costituito dall’endotelio che, al contrario, ha la caratteristica di essere formato da cellule perenni che, una volta completata la formazione, non vengono mai rinnovate. Questo succede perché sono cellule altamente specializzate a svolgere una funzione indispensabile per la cornea. Infatti, l’endotelio regola il contenuto d’acqua della cornea che, a sua volta, condiziona la trasparenza della stessa. Va ricordato, inoltre, che la cornea per conservare una trasparenza ottimale è anche priva di vasi sanguigni.

cellule