Quando è indicato l'intervento

Il CXL-TE è indicato in tutti quei soggetti che non rientrano nei criteri di inclusione per il CXL standard, quindi con uno spessore corneale inferiore a 400 micron (ma superiore a 320-330) o con dati topografici al di fuori dei valori ritenuti ottimali per il trattamento con disepitelizzazione. 

In ogni caso, dovrà essere l’Oculista a consigliare il paziente verso l’una o l’altra soluzione terapeutica, a seconda delle esigenze (lavorative o di altro tipo) del paziente stesso.