Importante riconoscimento all'ASCRS 2013 di San Francisco
Domenica, 07 Dicembre 2014

L’annuale congresso dell’American Society of Cataract and Refractive Surgery, svoltosi a San Francisco dal 19 al 23 aprile, ha tributato un importante riconoscimento alla ricerca italiana sul cross-linking corneale mediante Iontoforesi: la relazione dal titolo “Corneal Crosslinking and Iontophoresis: Biomechanical and Histological Ex Vivo Study” a cura del Dipartimento di Oculistica - Centro Regionale di Eccellenza in Oftalmologia - Università di Chieti-Pescara (Direttore prof. Leonardo Mastropasqua), presentata dalla dr.ssa Roberta Calienno, si è aggiudicata infatti nella giornata di martedì 23 aprile il Best Paper nella sessione CORNEA: CROSS-LINKING.

La relazione della Scuola del prof. Mastropasqua ha analizzato i dati biomeccanici ed istologici, su cornee umane ex-vivo, dopo trattamento Iontoforesi + Irradiazione UV-A a 3 e 10 mW/cm2, confrontandoli con quelli ottenuti dopo intervento standard EPI-OFF. I dati biomeccanici hanno indicato un miglioramento della resistenza strutturale delle cornee trattate con Iontoforesi + 10 mW/cm2 vs CXL standard EPI-OFF.

Ha suscitato notevole interesse tra i presenti la dimostrazione di questo assunto mediante un video realizzato con il sistema Corvis©(Oculus), che metteva a confronto l’ampiezza della deformazione corneale prima e dopo il trattamento nei diversi gruppi di cornee. I dati istologici sono stati valutati, in particolare, su epitelio, cheratociti, fibre collagene e fibre nervose.
L’analisi istologica ha mostrato che l’imbibizione con iontoforesi, seguita da irradiazione UV-A per 9 minuti a 10 mW/cm2, determina una minore invasività nei tessuti stromali rispetto alla tecnica standard ed un efficace effetto apoptotico.

La sessione in cui stato premiato il lavoro del Dipartimento di Oculistica - Centro Regionale di Eccellenza in Oftalmologia - Università di Chieti-Pescara ha visto la partecipazione, tra gli altri, di importanti oftalmologi come Yaron Rabinowitz (il maggiore esperto al mondo di eziopatologia del cheratocono),Roy RubinfeldWilliam Trattler, ed il dr. Zizis Gatzioufas in rappresentanza del gruppo che fa capo al prof. Farad Hafezi.