Come viene effettuato l’intervento
fase 1 Il giorno del trattamento viene instillato un collirio per restringere temporaneamente la pupilla. 
fase 2 L’occhio e la zona intorno ad esso vengono puliti con soluzione antisettica, viene instillato quindi un collirio anestetico per ridurre ancora di più la minima sensazione di fastidio.
fase 3 L’Oculista applica uno strumento per mantenere l’occhio aperto (chiamato blefarostato).
fase 4 Posiziona sulla cornea del paziente un apposito anello, che viene riempito di riboflavina (RICROLIN®+).
fase 5 Una corrente a bassa intensità, assolutamente impercettibile per il paziente, permette l’ingresso della riboflavina nella cornea in soli 5 minuti invece dei 30 minuti che richiederebbe una imbibizione passiva (ovvero con la riboflavina che viene instillata sull’occhio). Terminati i 5 minuti di iontoforesi, si rimuove l’anello e si effettua il trattamento con raggi ultravioletti a bassa intensità (questi raggi non sono dannosi per l’occhio). Questa fase ha la durata di 9 minuti.
fase 6 Al termine viene effettuato un lavaggio dell’occhio con soluzione salina ed una medicazione con colliri specifici.


Dopo l’intervento, l’Oculista posizionerà una lente a contatto per proteggere l’occhio, che andrà rimossa dopo 3-4 giorni.

Immediatamente dopo il trattamento, l’Oculista eseguirà alcuni semplici controlli sull’occhio per assicurarsi che tutto sia andato bene.